FANDOM


Connessione neurale Evangelion

«Collegamenti sinaptici del nervo A10 attivati».

Il Nervo A-10 (in giapponese A10神経, A10 shinkei[1]) è il principale nervo di sincronizzazione nel sistema di interfaccia neurale degli Evangelion[2][3].

Caratteristiche Modifica

Il character designer della serie, Yoshiyuki Sadamoto, tramite un programma sull’emittente televisiva nipponica NHK chiamato Brain and Heart[4] (che tradotto in tedesco è Gehirn und Seele - molto probabilmente è da qui che vengono i nomi delle due organizzazioni), è venuto a conoscenza dell’esistenza di questo nervo (Nerv infatti significa “nervo” in tedesco), e suggerì un’idea, ovvero: «La madre morta è all'interno del robot, che è gestito da un legame mentale/psichico con il bambino. Inoltre, i rapporti genitore-figlio sono dissecati/tesi a causa della morte della madre in giovane età»[5].

La questione del Nervo A-10 può infatti chiarire il perché sui piloti e la loro età[6]. Il Nervo A-10 è associato a funzioni cerebrali come la memoria, la conoscenza, e l’esecuzione dei movimenti (quelli dell’Eva?), e ad emozioni come ansia, paura, felicità e piacere (quelli di Shinji?). Inoltre, si dice che giochi un ruolo importante per l’affetto tra genitore e figlio, e tra amanti[7].

« Quando gli esseri umani si innamorano o si sentono vicini alla loro famiglia, entra in gioco la porzione di cervello chiamata A-10. Stranamente, i piloti di Eva devono usare questa porzione del loro cervello per “fondersi” con i loro Evangelion. Ciò li rende guerrieri dell’amore, e con il potere dell’amore proteggono i loro cari »
(Miyako Graham e Claude J. Pelletier, Neon Genesis Evangelion: The Controversy in Protoculture Addicts, n. 41, 1996, p. 45.)

Sadamoto stesso illustra questo concetto: «Sul pavimento del mesencefalo vi è l’area tegmentale ventrale, che i neurobiologi chiamano regione A10. [...] [In quest'area] vengono elaborate alcune emozioni, come ad esempio i pensieri di due amanti – o di un genitore e un bambino. Ed è la sincronizzazione dei fili e dei fasci dell’A10 che unisce gli Eva e i piloti; per diventare una cosa sola, per combattere. In altre parole, il potere dell’amore guida quest’arma di distruzione di massa[8]». Il regista, Hideaki Anno, in un’intervista, sosterrà:

« Il motivo per cui il protagonista è un quattordicenne è che egli non è più un bambino, ma non è ancora un adulto. Vive solo, ma è collegato agli altri. Nei secoli passati, avrebbe ben presto festeggiato la sua maggior età. A quel tempo, l’aspettativa di vita era 50 anni, dunque la gente doveva crescere in quattordici anni. Oggi, viviamo più di settant’anni, e anche se la maggiore età in Giappone è 20 anni, la maggior parte delle persone a quell’età sono ancora dipendenti dai genitori. [...] Considerando i quattordici ani come l’età in cui un’indipendenza mentale inizia a manifestarsi, ho trovato appropriato includere questo nella mia opera »
(Hideaki Anno[9])

Essere quattordicenni è una metafora dei problemi dell’animo (op. cit., ibidem).
Il genitore è l’Eva o l’anima della madre contenuta al suo interno, mentre il figlio è il children (“bambino”). Gli Eva rappresentano infatti una figura materna, e su questo si veda Teorie e analisi: Complesso di Edipo.

In questo complesso panorama, si intuisce perché Shinji sia il solo capace di pilotare l'Evangelion-01.


Note Modifica

  1. Evangelion Chronicle, vol. 3, p. 23.
  2. Yoshiyuki Sadamoto, Gainax; Saburo Murakami (traduzione); Gianluca Milandri (adattamento e lettering), Data Files in Evangelion Collection, vol. 2, Panini Comics, p. 5, ISBN 978-88-6346-283-8.
  3. «Gli Evangelion sono controllati principalmente attraverso una connesione neurale con il pilota. La più importante di queste è il Nervo A10. Gli esseri umani hanno quattro colonne di fasci di nervi al centro del tronco encefalico, e le due colonne più esterne prendono il nome di "nervi A". Il decimo nervo contando dal basso è il Nervo A10. L'A10 viaggia dal tronco encefalico all'ipotalamo, ed è distribuito nella corteccia frontale e in quella celebrale. È collegato alle più complesse funzioni del cervello (come la memoria e il riconoscimento) e alle emozioni (come ansia, paura, felicità e piacere). Si dice che svolga un ruolo principale anche in relazione alla percezione emotiva dell'amore» (Evangelion Enciclopedia, Dynit, p. 87).
  4. Il programma su NHK potrebbe essere questo: http://learningquest.blog.com/2009/09/04/the-wonder-of-human-body-2-brain-and-heart-chap-4-emotion-by-nhk/ (dal titolo e il commento sull’A-10), andato in onda, guarda un po’, proprio tra il 1993 e il 1994.
  5. Dall’intervista a Sadamoto nella deluxe/limited edition di Der Mond edita da Kadokawa Shoten nel 1999
  6. Dai Renewal bonus extra: «Ad esempio, in questo caso, il mio lavoro più influente si chiamava..”Mind and Soul”, uno degli show su NHK. Ho attinto i miei temi da quello [show], e ho cercato di trasmettere la mia idea ai fan. Quando mi chiedono perché i personaggi principali hanno solo 14 anni di età, o perché solo i bambini possono pilotare [gli Eva], io in realtà non ci ho proprio pensato all’inizio, così ho attinto quelle idee, e altre, da quello show.» (Yoshiyuki Sadamoto)
  7. Death & Rebirth Program Book, 1997, Terminology.
  8. Dal commentario del volume 1 di Neon Genesis Evangelion, consultabile qui: http://www.evamonkey.com/writings_sadamoto02.php
  9. Hideaki Anno in Newtype, giugno 1996, Kadokawa Shoten, pp. 162-177.